castello di Amboise

IL CASTELLO DI AMBOISE: L’ULTIMA DIMORA DI LEONARDO DA VINCI

E’ giunto il momento di scoprire la relazione tra il Castello di Amboise nella Valle della Loira ed il nostro caro Leonardo da Vinci…siete pronti a scoprire la verità?

img 3700 IL CASTELLO DI AMBOISE: L'ULTIMA DIMORA DI LEONARDO DA VINCI

LEONARDO DA VINCI ALLA CORTE DI FRANCIA

Milano.1515.

Leonardo Da Vinci, ormai 65enne, parte a dorso di un mulo per la Francia,

Con sé i suoi dipinti più cari: Sant’Anna, la Gioconda e il San Giovanni Battista.

Viaggia verso una promessa: “la libertà di espressione e di pensiero” !

Un sogno ad occhi aperti per ogni artista, soprattutto in un periodo storico in cui i maggiori committenti erano gli ecclesiastici.

L’uomo che ha reso questo sogno possibile è Francesco I, re di Francia.

E fu così che Leonardo si trasferi’ al Clos Lucè, un bel maniero a due passi dal castello di Amboise.

img 3649 IL CASTELLO DI AMBOISE: L'ULTIMA DIMORA DI LEONARDO DA VINCI

IL CASTELLO DI AMBOISE

Purtroppo la morte lo raggiunse anche qui…ma finalmente (e in soli 4 anni) aveva ottenuto il riconoscimento meritato!

Torniamo momentaneamente ai giorni nostri…passeggiamo lungo la Loira et voilà….il castello di Amboise si materializza di fronte a noi…

Il castello in sè non è grandissimo ( durante la rivoluzione francese fu quasi completamente distrutto) ma è il complesso che è fenomenale!

img 3671 IL CASTELLO DI AMBOISE: L'ULTIMA DIMORA DI LEONARDO DA VINCI

Visti da lontano il castello, le sue altissime mura difensive, i torrioni, il giardino e il piccolo paese che lo circonda si confondono l’uno con l’altro creando un profilo di rara bellezza e raffinatezza…(che al tramonto fa sospirare anche i cuori più gelidi !)

LA TOMBA DI LEONARDO DA VINCI

Piano piano saliamo al primo livello, il giardino – cortile del palazzo.

Veniamo attratti da una piccola cappella, entriamo e con sorpresa troviamo le spoglie del nostro connazionale Leonardo!!img 3661 IL CASTELLO DI AMBOISE: L'ULTIMA DIMORA DI LEONARDO DA VINCIimg 3660 IL CASTELLO DI AMBOISE: L'ULTIMA DIMORA DI LEONARDO DA VINCI

Un po’ sconvolti dall’incontro con il Genio  girovaghiamo per i bei giardini ammirando il panorama dalle terrazze e dalle torri di vedetta.

INTERNI

Entriamo nel castello e anche qui, come a Villandry, ogni oggetto è ancora al suo posto (in Italia siamo abituati a castelli completamente vuoti…).

Arazzi, carte da parati preziose,quadri, oggetti in oro, tappetti, strumenti musicali, letti a baldacchino, seggiole foderate in velluto rosso, caminetti con le fascine…sembra che ancora qualcuno viva in questo palazzo tant’è ordinato e pulito!img 3756 IL CASTELLO DI AMBOISE: L'ULTIMA DIMORA DI LEONARDO DA VINCI

Usciamo da una rampa ad elica costruita all’interno di una torre che un tempo permetteva ai cavalli e ai carri di raggiungere la terrazza dalla città con facilità!

IL CLOS LUCE’

Attraversiamo la città e raggiungiamo il Clos Lucè…                                                                                       P.S. Si vocifera che esiste un passaggio segreto sotterraneo che collega il castello di Amboise con il Clos Lucè per dare la possibilità a  Francesco I di far visita a Leonardo da Vinci ad ogni ora del giorno e della notte!img 3881 IL CASTELLO DI AMBOISE: L'ULTIMA DIMORA DI LEONARDO DA VINCI

Il Clos Lucè è l’ultima dimora di Leonardo…una bella casetta in mattoncini rossi dove l’artista ha avuto la possibilità di esprimere se stesso!

Tutta la casa è una delizia ma la stanza che mi ha colpito di più è il Salone Rinascimentale.

Qui Leonardo accoglieva gli ospiti.

E’ una stanza semplice con un grande tavolo di legno e un piccolo camino ma … l’oggetto che risalta subito agli occhi è il quadro della Monnalisa…

img 3777 IL CASTELLO DI AMBOISE: L'ULTIMA DIMORA DI LEONARDO DA VINCI

Non sappiamo se veramente Leonardo l’avesse esposta in questa stanza ma è certo che l’aveva con lui.

Sia che l’abbia lasciata in eredità sia che l’abbia venduta a Francesco I, egli voleva che restasse in Francia, l’unico luogo in cui si è sentito libero!

IL PARCO DI LEONARDO DA VINCI

Per capire meglio il genio che risiede all’interno di quest’uomo dobbiamo uscire in giardino.

Qui tutte le sue opere più straordinarie hanno preso vita, tutte a grandezza naturale e testabili!

img 3870 IL CASTELLO DI AMBOISE: L'ULTIMA DIMORA DI LEONARDO DA VINCI

Potete provare il carro d’assalto, la vite aerea, la barca a pale navigando in un piccolo laghetto.

Resterete sbalorditi dalle sue invenzioni!img 3860 IL CASTELLO DI AMBOISE: L'ULTIMA DIMORA DI LEONARDO DA VINCI

Da Vinci era un perfezionista e per poter disegnare i suoi soggetti doveva prima studiarne l’anatomia, l’interno del corpo umano e le sue proporzioni perfette (vedi l’uomo vitruviano).

Non lasciava nulla al caso.

Sapeva ben utilizzare la luce e l’ombra nei suoi dipinti.

Rappresentò la città ideale aggiungendo una rete fognaria e un piano di evacuazione dei rifiuti..img 3843 IL CASTELLO DI AMBOISE: L'ULTIMA DIMORA DI LEONARDO DA VINCI

Un uomo a tutto tondo, poliedrico che sono riuscita a conoscere meglio e ad apprezzare ancora di più.

Un cervello in fuga che ha trovato nella figura di Francesco I un amico e un estimatore.

E’ probabilmente grazie a lui se oggi Leonardo Da Vinci è riconosciuto come un “patrimonio dell’umanità”!

Reso omaggio all’omo

più grande dello Rinascimento..

…e aver svelato la storia della Monnalisa..

mi accingo a visitar li prossimi castelli..

senz’ombra di dubbio tra tutti i più belli…

(non ho resistito alla prosa fiorentina)

Silvia♥

Ciao, aiutami a condividere :)

8 comments

Leave a reply