sikh I Sikh, i grandi protettori dell'India

I Sikh, i grandi protettori dell’India


Durante il mio viaggio in India del 2013 ho avuto l’onore di viaggiare con un Sikh, una delle tante sfaccettature di questa meravigliosa Terra. Ma chi sono i Sikh?

sikh 1 I Sikh, i grandi protettori dell'IndiaLunga barba, turbante e capelli lunghi : lo stereotipo dell’uomo indiano medio.

In realtà solo gli osservanti della religione Sikh hanno queste caratteristiche.

Per me Sikh è sinonimo di Balbir, l’autista che ci ha scarrozzato per tutto il nord dell’India macinando migliaia di km !

Ho ancora in mente il suo volto sorridente, la sua calma, la sua pazienza e l’odore degli incensi che accendeva durante la preghiera del mattino.

Solo di una cosa non mi sono mai accorta in 12 giorni: il suo pugnale sacro.

Io no ma la polizia italiana si.

Il 15 Maggio 2017 la Corte di Cassazione ha condannato un Sikh residente a Mantova a pagare 2000 € poichè passeggiava tranquillamente per la città con il suo kirpan, il pugnale sacro.

Per una volta è stata applicata la legge ma io non mi trovo d’accordo poichè la sentenza è stata “Gli stranieri devono conformarsi ai nostri valori”.

Girare armati è reato in Italia ma io voglio spiegarvi perchè non dobbiamo assolutamente temerli!

CHI SONO I SIKH E PERCHÉ NON DOVREMMO AVERNE PAURA

vaisakhi sikh 1024x683 I Sikh, i grandi protettori dell'India

Il Sikhismo è stato fondato nel XV secolo da Guru Nanak e unisce elementi di varie religioni  tra cui quella cristiana e quella induista.

I Sikh credono in un solo Dio ma allo stesso tempo sono fermi sostenitori della reincarnazione.

Lo scopo dei fedeli è quello di cessare il ciclo delle rinascite e ricongiungersi con Dio.

Per farlo, il loro stile di vita deve essere impeccabile e dedito alle opere buone, al lavoro onesto, all’osservanza della fede e alla condivisione dei beni.

La loro società non è suddivisa in classi sociale e uomo e donna hanno lo stesso valore.

Sono una comunità di pacifisti.

QUANDO E’ ARRIVATO IL KIRPAN?

kirpan 1024x489 I Sikh, i grandi protettori dell'India

L’ultimo guru Sikh, a causa delle persecuzione dei suoi adepti, fu costretto ad approvare la lotta armata come forma di difesa personale.

Da allora i membri di questa religione sono stati riconosciuti per il loro valore militare e molti di loro fanno parte del corpo di polizia indiano.

Riconoscerli è semplicissimo: turbante, capelli lunghi, bracciale di ferro al polso e il kirpan, il bellissimo pugnale decorato legato alla vita.

LA MORTE DI INDIRA GANDHI

Indira Gandhi I Sikh, i grandi protettori dell'India

Una brutta vicenda ha segnato la vita pacifica dei Sikh.

Il 31 Ottobre 1984, Indira Gandhi, leader politico dell’India, venne uccisa a colpi di mitra dalle sue guardie del corpo Sikh.

Di conseguenza migliaia di discepoli di questa religione vennero sterminati nella totale indifferenza delle forze dell’ordine.

La violenza non è mai una soluzione ma probabilmente questa società era esausta delle continue persecuzioni da parte dell’esercito indiano.

Il 2 Giugno 1984 i militari avevano bombardato il Tempio d’Oro (il massimo luogo di culto del sikhismo) e ucciso centinaia di adepti.


Credo che le leggi vadano rispettate come i valori di un popolo.

Prima di giudicare bisogna avere gli strumenti e le conoscenze tali per farlo.

Sono anni che i Sikh camminano tra di noi con il loro kirpan e solo oggi ci accorgiamo di loro.

Purtroppo a causa di quel che accade nel mondo e del terrorismo mediatico sospettiamo anche di noi stessi…

Una barba lunga, un turbante e il simbolo sacro di una religione sono considerati oggi una minaccia.

Silvia <3

Ciao, aiutami a condividere :)

Leave a reply