La Scarzuola 2 620x420 Cosa vi attende alla Scarzuola, la città ideale di Buzzi

Cosa vi attende alla Scarzuola, la città ideale di Buzzi

In pochi minuti trascorsi al suo interno abbiamo compreso che la Scarzuola, la città ideale di Buzzi vuol insegnarci qualcosa.

Come in ogni classe che si rispetti c’è chi è interessato e ascolta con piacere il professore e chi invece no.

Se quel che vi ho raccontato finora sulla Scarzuola non ha stimolato le vostre menti allora non continuate a leggere, passate ad un altro articolo. 😀

Se siete arrivati a questa pagina ma non avete letto quella precedente

CLICCATE QUI

altrimenti non saprete di cosa sto parlando!!

Per tutti gli altri che non vedono l’ora di scoprire i segreti della Scarzuola, la città ideale di Buzzi, sono pronta a proseguire con il mio racconto….

COSA VI ATTENDE ALLA SCARZUOLA CITTÀ IDEALE DI BUZZI DOPO IL TEATRUM MUNDI

Dopo il Teatrum Mundi il cavallo alato Pegaso ci indica la via da percorrere .

img 0045 Cosa vi attende alla Scarzuola, la città ideale di Buzzi

⇐ PARTE 1

Ci ritroviamo al di fuori del sogno di Buzzi e dall’esterno ci rendiamo conto che è completamente circondato da una cinta muraria a cui si accede da 7 porte, una delle quali è quella del tempo.

img 0047 1 Cosa vi attende alla Scarzuola, la città ideale di Buzzi

Buzzi  vuole tenere nascosto il suo sogno, la sua mente, il suo segreto…poichè ha paura che venga contaminato dal mondo esterno!!

Seguendo queste mura raggiungiamo la Madre Terra, rappresentata come un gigantesco busto di donna nuda senza la testa perchè lei è nata prima di tutto e prima del sapere, se guardiamo la sua posizione ci rendiamo conto che lei è la prua della nave , è lei che ci guida… fino al 3000 a.C. in effetti era così non veniva venerato il Padre ma la Madre… da che mondo è mondo è la donna che ha il potere e la forza necessaria per procreare e partorire… negli anni  la figura del  Padre ha preso il sopravvento mantenendo però delle caratteristiche  prettamente femminili: creare e dare la vita!! Mi sento un po’ Adam Kadmon in questo momento! Ahahah!! Torniamo alla Scarzuola!

img 0055 Cosa vi attende alla Scarzuola, la città ideale di Buzzi

Dopo tutte queste nozioni siamo confusi, stupiti e non capiamo più cos’è  reale ed irreale ma possiamo ritrovare la nostra strada..

Di fronte a noi l’enorme bocca di una Balena è pronta ad inghiottirci come ha fatto con Giona.

img 0079 Cosa vi attende alla Scarzuola, la città ideale di BuzziIl racconto di Giona è contenuto nella versione ebraica della Bibbia. Un giorno Dio si rivolse a Giona chiedendogli di ammonire gli abitanti di Ninive  a causa dei loro cattivi comportamenti. Giona si rifiutò e partì per mare ma incapparono in una terribile tempesta . Giona capì che la colpa era sua perchè non aveva obbedito a Dio così si fece gettare in mare dove venne inghiottito da una balena. Giona rimase nel suo ventre per 3 giorni e 3 notti dove pregò e chiese scusa a Dio che ordinò alla balena di rigettarlo in mare. Allora Giona accorse a Ninive e avvertì gli abitanti che se non avessero cambiato la loro condotta Dio avrebbe distrutto la città. I cittadini ascoltarono Giona e Dio li perdonò, ma invece che esserne contento si arrabbiò, perchè senza una distruzione lui poteva essere considerato un bugiardo e allora chiese a Dio di ucciderlo. Dio invece fece crescere una pianta di ricino vicino a Giona ma il giorno dopo la fece morire. Giona tornò di nuovo imbronciato e continuò a chiedere di morire, allora Dio gli disse: “Ti dai tanta pena per un albero che hai visto soltanto un giorno e io non dovrei avere pietà di una città che conta più di 120.000 mie creature?

Ecco che anche noi entriamo nella balena e dopo un breve percorso in salita, passando per la torre della meditazione, ne usciamo sani e salvi… trovando la scritta AMOR VINCIT OMNIA, l’amore vince su tutto!!

img 0078 Cosa vi attende alla Scarzuola, la città ideale di Buzzi

E’ il momento di entrare nel tempio di Apollo caratterizzato da un altissimo cipresso img 0080 Cosa vi attende alla Scarzuola, la città ideale di Buzzicolpito da un fulmine al centro. Il cipresso è un chiaro rimando a Ciparisso, un giovane cacciatore amante di Apollo, che un giorno uccise per sbaglio un cervo a cui era molto affezionato. Ciparisso era inconsolabile e chiese agli dei di essere in lutto in eterno. Così per accontentarlo lo trasformarono in un albero millenario, il Cipresso, che ancora oggi piange i nostri defunti…

Buzzi diceva che il cipresso attraversato da cima a fondo dal fulmine era quello che può esserci di più vicino al cielo e per questo voleva preservarlo per sempre!!

Di fronte al tempio c’è la Torre di Babele, la famose torre descritta nella Genesi costruita dagli uomini con la pretesa di raggiungere il cielo… all’interno della torre c’è una piramide di vetro ovvero il bambino che eravamo prima di essere contaminati dal mondo esterno… da qui una scala a chiocciola ci riporta all’Acropoli.. l’apoteosi del nostro viaggio introspettivo… o forse no.. perchè per Buzzi il viaggio non aveva mai fine… costruiva e disfaceva… il teatro cambia e si trasforma…

img 0038 1 Cosa vi attende alla Scarzuola, la città ideale di Buzzi

Il nostro viaggio, in effetti, non si è concluso all’acropoli… ritornati all’ingresso molte img 0090 Cosa vi attende alla Scarzuola, la città ideale di Buzzipersone se ne sono andate e siamo rimasti in pochissimi… così Marco ci ha svelato un luogo nascosto (quello di solito nelle visite è la prima tappa !! Forse alcuni non dovevano scoprirlo).

Ci ritroviamo in un giardino… di fronte a… 3 porte!! Vi ricorda qualcosa? Nel mio racconto sul Bosco Sacro di Bomarzo vi avevo parlato di un libro, l’Hypnerotomachia Poliphili, scritto da un certo Francesco Colonna che ha inspirato un’infinità di giardini all’italiana o meglio, giardini iniziatici.

Il libro racconta la storia di Polifilo (amante di molte cose) alla ricerca della sua amata Polia (molte cose). Tutte le sue vicende e le prove che deve affrontare avvengono mentre dorme… nel sogno! Polifilo incontra mostri, giardini, ninfe finchè non si ritrova di fronte a  3 porte: GLORIA MUNDI (le cose terrene), GLORIA DEI (la religione) che non dipendono da noi ma da quello che ci hanno imposto e dalla società in cui siamo cresciuti e MATER AMORIS l’unica in un cui i protagonisti siamo noi , il percorso che ci porta a conoscere noi stessi, in cui saremmo tentati più volte a ricadere nelle nostre vecchie abitudini… ma l’unico che può farci tornare giullari!!

Sogno o realtà? Quando sono uscita dalla Scarzuola ero diversa soprattutto mi sentivo serena, la mente nonostante avesse appreso tante cose nuove e disorientanti era come in stand-by… non avevo pensieri… non stavo elaborando le informazione… sapevo solo di aver vissuto un esperienza che mi aveva fatto sentire bene!

img 00721 Cosa vi attende alla Scarzuola, la città ideale di Buzzi

Questo luogo ha legato e cambiato il destino di tre persone: Francesco D’Assisi, Tomaso Buzzi e Marco Solari… forse una coincidenza o forse qualcosa di più che ha fatto in modo che anch’io ascoltassi la Scarzuola… perchè la Scarzuola non è da vedere ma da ascoltare… e sentire dentro di se!

img 0088 Cosa vi attende alla Scarzuola, la città ideale di Buzzi

Per citare Marco per ritrovare il nostro io e non essere più dei computer (programmati dagli altri) è necessario” SOGNARE CON I PIEDI PER TERRA…. ed è proprio un bel casino!! ” 😉

Siete pronti a tornare GIULLARI?

Silvia♥

LA SCARZUOLA –>  PARTE 1

 

 

 

 

Ciao, aiutami a condividere :)

5 comments

Leave a reply