mercato delle gaite 7 Il mercato delle Gaite a Bevagna

Il mercato delle Gaite a Bevagna


Udite udite Madame e Messeri, siete pronti a tornare nello medioevo? Mestieri, giocolieri, taverne e arcieri vi attendono al Mercato delle Gaite di Bevagna!! 

bevagna piazza2 1024x681 Il mercato delle Gaite a BevagnaBevagna è uno dei borghi medievali più belli d’Italia e si trova tra due “evergreen” umbre, Assisi e Spoleto, ma ne regge senza fatica il confronto!!

Ogni anno nel mese di Giugno la città torna magicamente nel 1200 grazie al Mercato delle Gaite, una delle manifestazioni più realistiche e coinvolgenti ambientate nel Medioevo!

IL MERCATO DELLE GAITEimg 0642 1024x683 Il mercato delle Gaite a Bevagna

Le “Gaite” (dal longobardo Watha, ovvero “guardia”) non sono altro che i quattro quartieri in cui è suddiviso il paese che prendono il nome dalle relative Chiese: San Giovanni, San Giorgio, Santa Maria e San Pietro.

Ogni Gaita si ingegna per ricreare nel modo più fedele e innovativo un’ambientazione ricca di dettagli tipici del periodo Medievale con taverne, botteghe, abiti d’epoca, mercati, giullari e gare di tiro con l’arco.

img 0700 1024x683 Il mercato delle Gaite a Bevagna

Passeggiando per le vie del paese sarete catapultati nel 1200 tanto da sentirvi a disagio con i moderni jeans!! 😛

Il mercato si svolge negli ultimi due giorni della manifestazione ed è incredibile come tutta la città si anima grazie ai mercanti che commerciano stoffe, sfornano focacce, intrecciano i cesti di vimini, battano il ferro, lavorano il rame e conciano il cuoio!!

img 0842 1024x683 Il mercato delle Gaite a Bevagna

Nella bellissima Piazza Silvestri è possibile assistere a vari spettacoli durante la giornata e vi consiglio di spenderci un po’  del vostro tempo!!

Divertentissimi e bravissimi i giullari, i mangiatori di fuoco e i trampolieri!!

I MESTIERImestieri a bevagna Il mercato delle Gaite a Bevagna

Quello che ho preferito di più in assoluto però  sono i mestieri… tanto da farmi tornare per ben 4 sere a Bevagna…

Pagando un esiguo biglietto abbiamo l’opportunità di conoscere le arti medievali partecipando ad un tour guidato all’interno dei laboratori!!

Sono 8 (attenzione ogni anno il programma può variare).

Grazie ai figuranti e alle loro spiegazioni possiamo farci una precisa idea di come era la vita medievale dei lavoratori e soprattutto come venivano creati gli oggetti di uso comune che tutt’ora oggi adoperiamo!

LA CARTIERA

img 0079 1024x683 Il mercato delle Gaite a Bevagna

Partiamo dalla Cartiera, dove abbiamo la possibilità di  osservare come un cumulo di stracci viene trasformato in un foglio di carta passando dalla maceratura alla collatura.

Lo scenario a lume di candela è davvero coinvolgente che ci invoglia  a conoscere sempre di più…

Inoltre all’interno della cartiera ( funzionante tutto l’anno) è custodita la  “pila idraulica a magli multipli” un complesso macchinario in legno che riduceva gli stracci in poltiglia alimentata dalla forza dell’acqua!!

LE CAMPANE

img 0164 1024x683 Il mercato delle Gaite a Bevagna

Tra i più curiosi e soprattutto in disuso c’è il mestiere della fusione delle campane.

Non vi immaginate le difficoltà in cui incorrevano i costruttori delle campane.

Innanzitutto ci volevano 3 mesi per forgiare una campana e se non si eseguivano alla perfezione tutti i passaggi, la campana poteva rompersi… così da perdere tutto il lavoro fatto!!

IL PITTOREimg 0273 1024x683 Il mercato delle Gaite a Bevagna

Passiamo al pittore che  con materie di origine vegetale ridotte a poltiglia legate al tuorlo d’uovo riusciva a creare dei vivissimi e naturali colori che utilizzava per le sue opere!!

Inoltre nelle botteghe dei pittori venivano realizzati gli strumenti musicali come la ghironda di cui abbiamo potuto apprezzare il dolce suono.

LA ZECCA

mestieri medievali la zecca gaita san giorgio 2 Il mercato delle Gaite a Bevagna

Davvero unica e da non perdere la Zecca, dove prende forma uno degli oggetti più utilizzati al Mondo: la moneta!!

Resterete sbigottiti e affascinati dal modo in cui gli zecchieri si impegnavano affinchè la moneta risultasse impossibile da contraffare ( eh si! Anche a quei tempi giravano le monete false!!! Eheh!!).

IL SETIFICIO

img 0560 1024x683 Il mercato delle Gaite a Bevagna

Imperdibile anche la lavorazione della seta: dal baco al bozzolo, dal filo alla tessitura questa è una delle arti che ho apprezzato di più…soprattutto per la tensione a cui era sottoposta ogni lavoratrice della seta.

Pensare che oggI fare la maglia è considerato un antistress!! O.o

IL BIRRAIObottega birraio Il mercato delle Gaite a Bevagna

Interessantissima la bottega del birraio che ancora non conosceva il luppolo ma voleva a tutti i costi creare una bevanda aromatica e buona da bere!

Tanto di cappello ai birrai medievali che ci hanno regalato una delle bevande più gustose e vendute del Pianeta!!

LA TINTORIAimg 0613 1024x683 Il mercato delle Gaite a Bevagna

Istruttiva e scenografica la tintoria in cui viene spiegata l’arte di colorare i tessuti attraverso sostanze del tutto naturali ( a differenza di oggi)!

Vedrete come l’artigiano stuzzicherà le vostre menti con tante piccole curiosità.

Unico neo: il fortissimo odore nella stanza…tranquilli…dopo un po’ vi abituerete!!!

IL VETRAIOVetraio gaite di Bevagna Il mercato delle Gaite a Bevagna

Ultimo ma non ultimo il vetraio…un mestiere antichissimo e moderno al tempo stesso.

La lavorazione del vetro è rimasta invariata nel tempo e chi di voi ha avuto il piacere di visitare Murano lo sa bene.

In questo laboratorio ho visto tante facce stupite soprattutto quelle dei bambini…un atteggiamento ormai raro (non ci stupiamo più per niente) che ho veramente gradito!!

Mi raccomando controllate gli orari nel programma delle Gaite poiché a turno i mestieri sono chiusi per le gare tra rioni!!

LE GARE

Le gare sono quattro : la gara del mercato, la gara dei mestieri, la gara gastronomica, la gara di tiro con l’arco che purtroppo non sono aperte al pubblico, tranne l’ultima, che avviene nella piazza principale e che determina la fine della rievocazione!!


A Bevagna ci sono tutti i presupposti per vivere delle belle giornate lontane dalla routine quotidiana con la possibilità di imparare a conoscere ancora più in profondità le tradizioni e la vita dei nostri predecessori,

  il mio compito per oggi è finito

e come solea far nel Medioevo

vi saluto con un inchino!!

Silvia♥

macchina fotografica Il mercato delle Gaite a BevagnaPer le altre foto clicca qui!

Ciao, aiutami a condividere :)

5 comments

Leave a reply